Come si lava la lana

 

come sfeltrire lanaCosa è la lana?

Vergine, cotta, merino, shetland, angora, mohair, cachemire, shatoosh… ci sono molti tipi di lana, che non viene usata solo per produrre abbigliamento, ma anche per accessori, coperte, tappeti, tessuti per arredamento, imbottiture e materiale isolante per l’edilizia.

La lana è una fibra costituita principalmente da una proteina, la cheratina, che si ottiene dal pelo di pecore, capre, cammelli, yak, vigogne, antilopi, lama, conigli e perfino cani.

La lana è:

Le fibre della lana hanno una struttura particolarmente delicata, che subisce importanti variazioni a fronte di:

Come si lava la lana?

Per mantenerla a lungo, è necessario lavare la lana seguendo sempre questi tre principi:

Quale detersivo è più adatto al lavaggio della lana?come lavare la lana

È davvero necessario l’ammorbidente per la lana?

Se hai uno stile di vita green, la prima cosa che vuoi fare è eliminare da casa flaconi di detersivi e restringere il campo fino ad averne solo tre: piatti, superfici e bucato. Meno è meglio, giusto?

Sbagliato.

Avere un vero stile di vita green significa saper scegliere il detersivo giusto per ogni materiale e situazione:

Oltre a un detersivo ipoallergenico (che non causa irritazioni alla pelle; consigliato per i neonati) e altamente biodegradabile come Saponaria a mano Use o Saponaria lavatrice delicati USE, è consigliabile completare il ciclo del lavaggio con un ammorbidente come il Curafribe Use, o ancora meglio con un additivo specifico per la lana ipoallergenico come Sofì, che previene l’infeltrimento e rende antistatici anche i tessuti sintetici.

Dove comprare detersivi ipoallergenici

Tutta la linea di detersivi ipoallergenici USE per bucato, piatti e superfici sono acquistabili:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *